NetBet Casino 10€ bonus senza deposito

Gestire le prime mani nel Texas Holdem

Texas HoldemIl Texas Holdem sia giocato dal vivo, che nelle poker room e casino online, deve essere affrontato con determinazione, avere una strategia di gioco personale, dimostrare forza al tavolo per non passare per un giocatore debole e facilmente battibile da altri giocatori più esperti. In questo articolo si vuole dare dei suggerimenti importanti, e magari rispondere ad alcuni giocatori meno esperti e smaliziati, una serie di consigli per affrontare al meglio un torneo o una partita al Cash Game (soldi veri), una modalità che deve essere affrontata ancora con più attenzione, in modo particolare per giocatori meno esperti.

Gestire al meglio le mani iniziali.
La regola iniziale per riuscire a fare la differenza e vincere: entrare in gioco con ottime carte e rilanciare, ma sempre con attenzione, dopo la distribuzione del "Flop" (le carte comuni).

Al di la di tutti i calcoli statistici e dell'incidenza della sorte, nel poker, nella variante del Texas Holdem (allo stesso modo in generale), c'è un dato di fatto essenziale, anche se alquanto banale: più le carte personali (le due coperte distribuite a tutti i giocatori dal dealer o mazziere), più saranno alte le possibilità di vincere e quindi battere gli avversari e infine aggiudicarsi il piatto (pot). Dobbiamo essere fortunati per iniziare con la coppia più alta, i due Assi, non male anche i due Kappa o regine (QQ).
Si tratta solo del primo passo per vincere il piatto. Dobbiamo anche saper sfruttare bene la situazione, per farla fruttare al meglio e massimizzare la vincita o, addirittura sapere quando lasciare (foldare) se la mano prende una piega inaspettata. La prima cosa da tenere sempre a mente è che anche una mano molto forte come la coppia di Assi, prima che scendano le carte comuni sul tavolo (flop) ha una percentuale di vincita contro un avversario casuale di circa l'80%. Questo significa che nel restante 20% dei casi perderemo comunque. La percentuale di vittoria scende notevolmente se nel piatto, con noi, entrano più avversari.

Per fare chiarezza, una coppia di K che si scontra contro 4 avversari, prima di aver visto le tre carte in tavola (flop) avrà solamente il 49% di possibilità di vittoria, mentre vincerebbe 8 volte su 10 in un confronto a due. Questi numeri servono per farci capire che con mano anche forti (monster hand, in gergo) è molto importante, prima di vedere il flop, effettuare un rilancio (raise). In questo modo potremmo ottenere due obiettivi: diminuire gli avversari, aumentando cosi le nostre percentuali di vincita, e fare crescere il valore del piatto che andremo a contendere in caso qualcuno venga a vedere (call) la nostra puntata.

La posizione iniziale.
Se siamo in posizione iniziale (quindi tra i primi giocatori a parlare) e il tavolo è composto da giocatori aggressivi che tendono a rilanciare spesso, possiamo decidere di andare a vedere (call) per fa eseguire la prima mossa ai nostri avversari e prepararci a contro-rilanciare (ri-raise) cercando di aggiudicarsi il piatto immediatamente, rimanendo comunque in vantaggio in caso di una loro chiamata. Ci converrà effettuare un rilancio ancora importante se avremo una coppia di Donne (QQ) o di Jack (JJ), proprio perché è una mano più debole delle precedenti e dobbiamo provare a vincere subito il piatto, senza correre il rischio di andare avanti nella mano che potrebbe vederci sconfitti dopo la discesa delle prime tre carte in tavola (flop). Infatti, in caso di un Kappa o di un Asso tra queste, ci sarà una buona possibilità che la nostra mano sia già battuta da un avversario che ha legato una coppia superiore alla nostra.

Dimostrare forza nella mano.
Questo non vuol dire che dovremo scappare a gambe levate, perché non è sicuro che il nostro rivale abbia un mano l'Asso o il Kappa e lui potrebbe pensare che siamo noi ad averlo. E' bene quindi effettuare una puntata di sondaggio e in caso non si riesca a portar via piatto o ci si trovi di fronte a dimostrazioni di forza, passare la mano senza rimpianti. Anche con le migliori mani possibili coma la coppia d'Assi o di Kappa dobbiamo stare attenti a quali carte scenderanno in tavola e quali insidie possono nascondere.
Normalmente dobbiamo essere aggressivi per evitare di regalare agli altri una quarta carta gratis che potrebbe far completare loro un progetto di scala o di colore, ma se un flop che rappresenta una coppia di carte alte o con già tre quinti di scala o colore, diamo molta attenzione e cerchiamo di capire se qualche avversario ha già completato un punto più alto della nostra coppia. La mano più insidiosa e che richiede un'analisi dettagliata nelle varie fasi di gioco è quella composta da Asso e Re. Queste due carte sono molto belle, ma hanno il difetto di farci vincere se non migliorano legando un punto con le cinque carte in tavola.
In compenso saranno più facili da lasciare nell'arco della mano se le cose dovessero mettersi male e hanno un grande vantaggio contro mani con un asso e una carta più bassa (kicker).

Andiamo ora ad analizzare una situazione in cui il giocatore perderà proprio con Asso e Kappa in mano.

Pre-flop.
Immaginiamo di trovarci seduti attorno a un tavolo da gioco nel corso di un torneo da nove persone, con ancora otto avversari a combattere per il primo premio. Mettiamoci nei panni di un giocatore seduto in posizione centrale e con in mano un Asso e Kappa di quadri (suited) e analizziamo le sue mosse (Giorgio). Prima di lui devono parlare tre giocatori. I primi due decidono dalla posizione iniziale di vedere semplicemente il flop, mettendo le 100 chip necessarie per pareggiare il grande buio (big blind), mentre il terzo lascia la mano (fold). Giorgio, quarto a parlare, da posizione intermedia decide di rilanciare (raise) di quattro il big blind per difendere la sua mano, mandare via i giocatori con mani marginali e costringere i bui (small e big blind) a investire altre chip per vedere le prime tre carte comuni sul tavolo. La sua mossa ottiene l'effetto desiderato e i due dopo di lui foldano (gettare le carte "passare") dal momento che, pur avendo una carta alta in mano, essa è accompagnata da un kicker molto basso. Lo small blind ha in mano una coppia si 2 e dopo alcuni momenti di riflessioni decide di foldare. Anche questa volta il rilancio di Giorgio è servito a evitare di far entrare nel piatto un avversario che avrebbe avuto più del 50% di possibilità di batterlo.
Il Big Blind, pur avendo già messo le 100 chip iniziali, decide di non investirne altre in una mano debole come la sua (J 4), mentre i due giocatori restanti decidono di coprire il rilancio e vedere le carte che scenderanno in tavola avendo in mano rispettivamente J-10 di picche e una coppia medio alta come quella di 8.

Flop.
Le prime tre carte che scendono sul tavolo (flop) aiutano la mano di Giorgio, ma riservano anche qualche sorpresa alla quale stare molto attenti. Kappa di fiori, 10 di picche e 9 di fiori aprono infatti le porte a progetti di colore e scala. Marco e Luca (nomi dei due giocatori) sono il primo e secondo a parlare e decidono entrambi di bussare (check). A questo punto si aprono due strade per Giorgio, o bussare (check) a sua volta e vedere la quarta carta (turn) gratis oppure puntare qualcosa. La scelta migliore avendo legato la coppia più alta in tavola e visto il flop è proprio quella di puntare una somma importante per scoraggiare gli avversari che potrebbero inseguire un colore o una scala ed effettuare una chiamata con profitto. Giorgio decide quindi che se gli avversari vogliono andare avanti nella mano devono mettere altre 850 chip.
Ovviamente, visto il pot già ricco, andrà benissimo se entrambi passeranno la mano. In caso contrario la decisione su come proseguire sarà effettuata in base alla quarta carta che scenderà sul tavolo (turn). A questo punto Marco decide giustamente di foldare (lasciare la mano e quindi passare), viste le carte in tavola più alte della sua coppia di 8 e la forte puntata di Giorgio che ha mostrato forza sia prima del flop (pre-flop) sia durante il flop.
Luca, che al momento è il giocatore con più chip al tavolo (chip leader), decide di prendersi qualche rischio e pur non avendo una mano imbattibile vede con la sua coppia di 10 e un progetto di scala ad incastro.

Turn.
La quarta carta che arriva sul tavolo (turn) è un jack di fiori. Una carta decisamente non favorevole a Giorgio. Attualmente Luca ha certamente la mano migliore, ma non è sicuro di poter battere Giorgio viste le pericolose carte in tavola. Effettua quindi una punta di 1.000 fiches, circa un terzo del piatto, per cercare di sondare il terreno.
Il ragionamento di Giorgio a questo punto è quello di essere molto probabilmente in svantaggio rispetto a Luca. Questo perché Luca (considerando le sue chiamate all'inizio della partita e dopo le prime tre carte del flop) potrebbe avere benissimo chiuso una scala grazie a carte in mano come Donna e Re. Potrebbe anche avere un colore con due carte alte a fiori o, semplicemente, una doppia coppia con carte come Re e Jack o Jack e 10. Infine, potrebbe anche avere una coppia di Jack servita che adesso è diventata un tris.
Altre mani che potrebbero batterlo attualmente, come Donna e carta bassa o due fiori bassi, dovrebbero essere uscite dal gioco dopo la puntata di Giorgio di 850 fiches. Nonostante tutti questi ragionamenti che portano Giorgio a pensare di essere dominato, diventa difficile foldare (passare)  e lasciare a Luca il piatto di 4.050 fiches quando bisogna aggiungerne solo 1.000 per vedere la quinta carta che potrebbe ancora ribaltare la mano, per questo motivo Giorgio rimane nella mano.
Decide cosi di mettere 1.000 fiches nel piatto e chiama. Siamo ormai giunti alla fase finale, vediamo come procede la mano.

River.
Eccoci finalmente alla quinta e ultima carta che viene girata dal dealer, il river. E' un due di picche, una carta che sicuramente non aiuta Giorgio. Avrebbe avuto bisogno di una Donna, un Kappa o almeno un Asso per migliorare la sua mano. Luca è il primo a parlare, ma spaventato dalle carte in tavola e della chiamata al turn di Giorgio decide di bussare (check) ed eventualmente chiamare una puntata contenuta dell'avversario. Giorgio sa che quasi sicuramente la sua mano è più debole di quella del rivale e che solo trovandolo in bluff avrò speranze di aggiudicarsi il piatto.
Sul tavolo infatti ci sono quattro carte alte che partecipano a una scala, tre dello stesso colore e molte doppie coppie possibili. In più il check di Luca potrebbe essere una trappola per rilanciare dopo la sua puntata, quindi la scelta migliore, dopi simili considerazioni, è quella di non investire più nulla su questa mano e bussare.
Nel caso in cui la sua coppia di Kappa dovesse risultare vincente guadagnerebbe un grosso piatto. Ma se al contrario, le cose dovessero andare male, non avrà perso altre fiches. Potrà ancora avere margini di manovra e un suo eventuale all-in sarà rispettato dai rivali.

Ancora una volta la combinazione A-K ci ha dimostrato che è una mano pericolosa. In questa particolare situazione Giorgio è stato sfortunato. Però bisogna pur dire che non ha commesso errori nelle sue giocate e nel lungo periodo, è una questione statistica le sue scelte risulteranno vincenti. Perché la bravura, alla lunga, paga.

Altri interessanti articoli.

Ultimi Articoli

le-varie-tipologie-di-blackjack-onlineIl blackjack da sempre è uno dei giochi di carte molto apprezzato, dove il giocatore deve avere una certa abilità di strategia e approfittare delle regole...Leggi Tutto
cosa-cambia-nei-casino-di-tutto-il-mondoI casinò americano sperimentano il gioco sul web. In Italia lo sguardo puntato su casinò di Taormina e Venezia. In Italia il settore dei giochi casino...Leggi Tutto
casino-online-sempre-piu-al-femminileAlcuni sondaggi recenti hanno evidenziato che i giocatori di sesso femminile hanno raggiunto quasi il 60% di presenza nei casino online o più in generale...Leggi Tutto
casino-online-regime-fiscaleE' risaputo, che i casino online hanno un regime fiscale che rispetto ai casinò, o più in generale alle sale da gioco terrestri molto più basso. Questo...Leggi Tutto
casino-online-come-intrattenimentoCulturalmente gli italiani sono un popolo a cui piace giocare in modo molto variegato: lotto, casinò, lotterie, scommesse, bingo, poker e da qualche hanno...Leggi Tutto
il-divertimento-sicuro-sui-casino-online-autorizzatiAl giorno d'oggi, i casino online aams rappresentano un punto di riferimento fondamentale per tutti gli appassionati che cercano in divertimento sul web...Leggi Tutto

7€ Bonus Gratis

Top Casino Online

Star Casino Online
REGISTRATI E GIOCA!

TitanBet Casino Online
REGISTRATI E GIOCA!

NetBet Casino Online
REGISTRATI E GIOCA!
  • Licenza AAMS: 15015
  • Software iSoftBet
  • Bonus fino a 30€
  • Bonus senza deposito 0€

Betway Casino Online
REGISTRATI E GIOCA!
  • Licenza AAMS: 15216
  • Software Microgaming
  • Bonus fino a 500€
  • Bonus senza deposito 0€

AllSlots Casino Online
REGISTRATI E GIOCA!
  • Licenza AAMS: 15001
  • Software Microgaming
  • Bonus fino a 500€
  • Bonus senza deposito 0€

Bonus Esclusivo

Il 100% di rimborso su tutte le Slot Machines del Casinò TitanBet per ogni deposito fino a 50€